• Info
  • Toggle gyroscope controls
  • Tiny planet view
  • Sound on/off
  • Edit
  • Virtual reality
  • Fullscreen
    Close
    Studio divani Studio ingresso Studio zona caffè Studio finestra

    Un giorno, una strega disse ad Andrea che non avrebbe combinato nulla di buono. Lui, affatto turbato, decise di viaggiare fino in capo al mondo e si trasferì nella più profonda Cina. Aveva 18 anni. A 21, sazio dell'Asia e di parlare cinese, tornò a Roma e si cimentò nelle pubbliche relazioni, tra uffici stampa, festival ed eventi culturali. Proprio grazie a questi scoprì il Sound Design, che subito approfondì con i migliori docenti della Capitale. Solo una tappa del suo viaggio. Molte borse di studio dopo, si trasferì a New York e lì si specializzò in 360° Film-Making, presso una delle accademie più esclusive del mondo. Nuovamente in Italia, la Comunità Europea contribuisce nel sostenere il suo più ambizioso progetto: a soli 30 anni fonda e dirige una casa di produzione, dedicata al media più innovativo di sempre. Non si hanno più notizie della strega, ma pare sia finita sul lastrico.

    Lorenzo fu giudicato un bambino prodigio, ma la diagnosi fu presto ribaltata con grandissimo disappunto di genitori, medici e nutrici. A nulla valsero i grandi maestri e i mentori avuti -nella vita e nella cinematografia- né i traguardi raggiunti con tenacia e sacrificio. I premi teatrali a Siracusa e quelli di cinema in Costiera Amalfitana, solo pallide consolazioni! I lavori autoriali per i colossi della TV e le opere proiettate al Louvre e alla Festa del Cinema, effimeri palliativi! Neanche il mecenatismo nelle arti e la produzione di tanti festival culturali a Roma, a Berlino, a Parigi e a Istanbul lo riuscirono mai a rinfrancare. Perfino oggi, quando è relatore in convegni o seminari, la mente non può che ricordargli la sua tremenda condizione. Da alcuni anni si cimenta in nuove sfide autoriali, grazie alla Virtual Reality e al 360° Film Making. Ma resta soltanto un individuo.

    Una postazione di lavoro in più? Ma certo. Amiamo collaborare in progetti corali e in parallelo con altri professionisti. Spesso sono freelance e ci capita di ospitarli per brevi periodi. Questo "courtesy desk" è a loro disposizione! E al momento giusto sarà destinata ai nostri tirocinanti. Perché sappiamo quanto sia difficile inserirsi nel mondo del lavoro, soprattutto se le aziende più innovative non si rendono disponibili a formare i giovani. Per questo, come prima iniziativa dell'azienda, abbiamo diffuso su web un seminario gratuito sulle tecnologie immersive. Per questo ci prepariamo a dare spazio, strumenti e opportunità ai giovani che non trovano validi interlocutori. Per questo -fin dall'inizio- abbiamo previsto una scrivania in più!